Home » Cura delle piante » Medico delle piante: Malattie rosmarino

Medico delle piante: Malattie rosmarino

Quesito:

malattie rosmarinoLe scrivo perchè volevo chiederle delle informazioni in merito al mio rosmarino.
La pianta l’ho trapiantata in giardino tre anni fa a non aveva alcun problema, le foglie erano verde lucide.
Solamente che da un periodo abbastanza lungo, più di un anno manifesta alcuni segni di sofferenza a carico delle foglie le quali non sono più verdi come prima ma appaiono macchiettate di un colore giallognolo, probabilmente, si tratta della cicalina in quanto notavo la presenza di insetti biancastri che svolazzavano intorno alla pianta, ma non si tratta di afidi in quanto non vi è presenza nè di melata nè di formiche.

Inoltre alcune foglie, (tra le quali quelle che si presentano macchiate di giallo) sono ingiallite sulle punte, altre invece presentano le punte nere probabilmente a causa del freddo.
Le allego di seguito alcune fotografie con brevi descrizioni

In attesa di una risposta le porgo cordiali saluti

Risposta:

Gentile Giacomo,
i sintomi evidenziati dalle immagini fortunatamente non sembrano rimandare a patologie particolamente problematiche.

Le foglie reagiscono a stressi climatici di temperatura e umidità con tali manifestazioni che in genere restano contenute e non preoccupanti se non per un fattore principalmente estetico.
Va considerato che l’andamento climatico dell’ultima stagione ha comportato vere e proprie infestazioni di insetti che, normalmente, si riproducono e attaccano in maniera assai meno virulenta.

 

Lo stesso dicasi per le malattie crittogame che si diffondono proprio a seguito delle punzecchiature dei “succhiatori” utilizzando i fori come vettori di infezione.

 

Con il volgere del clima verso temperature più rigide ed asciutte solitamente i parassiti rallentano la propria attività percui, anche se al momento siamo testimoni dei danni deteminati dalla fase acuta di attacco, nei prossimi giorni dovremmo assistere ad una certa “naturale” ripresa vegetativa delle piante “opportunamente trattate”.

 

Se per le seconde si ottengono buoni risultati anche in via preventiva con i consueti anticrittogamici a base di rame, per quanto riguarda gli insetti (probabilmente aleurodi allo stadio adulto), in questo periodo puoi tranquillamente adottare le trappole adesive cromotropiche già utilizzate in precedenza per le cicaline e intervenire con la lotta chimica adottando prodotti a bassa tossicità (visto che il rosmarino è una pianta ad uso anche culinario).

 

Tutti i prodotti sono facilmente reperibili presso vivai e negozi specializzati, se, viceversa, preferisci ricorrere all’acquisto on-line ti fornisco i seguenti link puramente allo scopo di riferimento ricordandoti che per il Servizio “Il Medico delle Piante” non è richiesto alcun compenso e non c’è obbligo di acquisto:

Trappole adesive

Anticrittogamici generici

Insetticida a bassa tossicità

 

Cordiali saluti,

Il Medico delle Piante Verdeflora

You must be logged in to post a comment.